Generation Z at Work: cosa abbiamo fatto 🚀

Martedì 2 Aprile, abbiamo ospitato il workshop “Generation Z at work”, dedicato a capire come gestire il contesto multigenerazionale che oggi popola le nostre aziende.

Abbiamo raccolto nel nostro open space più di 30 HR manager da aziende multinazionali e imprenditoriali, da no profit e startup. Esigenze, problemi e risorse diversissime, ma l’istanza comune era più forte: come creare un ambiente di lavoro in cui le diverse generazioni possano collaborare e comunicare al meglio?

IMG_8022.JPG

Abbiamo provato a essere modesti, ma il nostro terzo evento di HR community, Generation Z at Work, è stato un successo e va raccontato.


Ispirazione e azione

Per aprire le danze, Cinzia ha coinvolto i nostri ospiti in un esercizio all’aria aperta, durante il quale ciascuno si è presentato a turno ai propri compagni e ha ricordato un aneddoto curioso sulle sue prime esperienze lavorative.

Dopo le presentazioni, Anna e Argentina hanno raccontato le caratteristiche delle quattro generazioni oggi rappresentate nel mondo del lavoro e il contesto sociale nel quale sono nate e cresciute, per spiegare differenze e peculiarità di ognuna.

Nelle aziende contemporanee si trovano a coesistere senior nati dopo la guerra e nuove leve cresciute nel terzo millennio e, per valorizzare le qualità di ognuno, è necessario imparare a decodificare aspettative, comportamenti e valori di ognuno.

Un ambiente lavorativo multi-generazionale rispettoso dell’individualità dei lavoratori implica una maggior complessità di gestione, ma è una enorme potenzialità per l’azienda e un campo in cui sperimentare con creatività e spirito di innovazione.

Abbiamo quindi proposto ai partecipanti ai lavori, una serie di casi studio di aziende che hanno lavorato sull’integrazione tra senior e junior, segnalando quelle che si sono distinte per efficacia nella comunicazione interna, nel rinnovamento dello stile di leadership e nella promozione della collaborazione.


Gli obiettivi del workshop

Comunicazione, leadership e condivisione sono stati i tre ambiti su cui la nostra squadra di HR ha ragionato e si è confrontata, per capire le azioni che si possono da subito intraprendere per creare organizzazioni aziendali attraenti per i talenti e dove i lavoratori si sentano accolti e spinti a migliorare.

Abbiamo fatto incontrare professionisti proveniente da contesti molto diversi, con l’obiettivo di “contaminarsi” a vicenda e tornare a lavoro ispirati, con nuove idee e con la consapevolezza che la Generazione Z è il futuro delle nostre aziende e prima si comprende come integrarla con le altre generazione, prima si riuscirà a costruire una realtà a prova di futuro.

gen z.jpg
IMG_7888.JPG
IMG_8024.JPG

Il primo passo per gestire la nuova generazione più disruptive di sempre è imparare a conoscerla, qui puoi scaricare un estratto del nostro report per iniziare a capire i driver e i trend che la rendono unica.

Cosa abbiamo imparato noi

Durante il workshop Generation Z at work abbiamo capito che i valori sono un aspetto motivante e trainante per le nuove generazioni, così abbiamo deciso di fissare una nuova data per confrontarci proprio su questa tematica.

Quando? Il 25 Giugno, con un nuovo appuntamento per capire in che modo far vivere i valori, ogni giorno, nella nostra azienda.

Save the date! 🗓